joi-me.com
post-thumbnail

Il giusto prezzo della bici

C’è un momento esatto in cui non puoi più tirarti indietro. Ti chiedono tutti di andare. Di prendere la bicicletta e via. Che sia un viaggio, che sia una gran fondo, che sia persino un allenamento propedeutico ad una gara. Prima di partire e arrivare in fondo ci vuole la bicicletta. Ci vuole quella giusta, qualche volta – almeno all’inizio – ci si deve accontentare della bicicletta giusta per iniziare. Altre volte si oserà di più: perché, mountain bike o bicicletta da corsa, non importa il genere, lei saprà darti tanto. Da subito, tutto sta a creare il giusto feeling.

Se dunque questo è il momento: parti dalla cosa più facile. Parti dal web. Decidi di farti un giro per vedere cosa offre il pianeta riservato alle biciclette online. C’è da perdere la testa.

In realtà, come tutte le cose, anche qui è necessario il giusto approccio. Ad esempio un’idea, dico una, devi averla. Prima di tutto il genere. Da corsa, da sterrato, da città – viaggio, un’ibrida. Una gravel. Una scattofisso. Insomma: su questo devi avere le idee chiare.
Se ad esempio vuoi fare qualche viaggio o pedalare alla scoperta di luoghi, brevi o lunghe gite in bici, inutile buttarti sulla bicicletta da corsa o su una mountain super ammortizzata, scegli una ibrida leggera e soprattutto comoda, facile da gestire anche quando si parla di manutenzione bici e di ricambi bici, poiché potresti trovarti ovunque a doverla mettere a posto e ripartire di slancio. Quindi… il tipo di telaio della bici conta. Conta cosa ne vorrai fare.

Clicchi su Google. Vai sullo uno shop online perché hai deciso di comprarla lì? Non è la mossa giusta in assoluto. O meglio. Magari in un secondo tempo lo potrai anche fare, sapendo scegliere. Ma se vuoi trovare la tua bicicletta ideale, la prima volta almeno, cerca di provarla, di toccarla, di capire se quel feeling giusto c’è. Perché è troppo importante come inizierà la storia.

Un grande campione di ciclismo, Paolo Bettini, olimpionico e vincitore di tre edizioni di coppa del mondo, nonché due titoli iridati, due Liegi Bastogne Liegi, due Giri di Lombardia, una Milano-Sanremo.. insomma, un cannibale della bici ha detto: “La bicicletta è una donna, non ci sono dubbi sul genere. È femminile non solo per la grammatica. Va corteggiata, desiderata, studiata, conosciuta e poi, una volta che diventerà la tua compagna di ciclismo (di vita!), devi continuare a volerle bene. Guai a trascurarla. Io una volta l’ho fatto, dopo aver deciso di finire con la mia carriera (10 anni fa, dopo aver vinto tutto e di più, ndr) appena chiuso con la maglia azzurra ho detto basta per un po’. Beh, poi me ne sono rammaricato. E adesso quell’errore non lo faccio più. La prendo trovando il tempo di farlo, la uso per divertirmi con gli amici o anche da solo, ma soprattutto la tratto bene, non la metto più in un angolo…”

La donna della vita, ops, la bici della vita ha comunque un prezzo. Diffida sempre quando le cifre sono tropo basse. Un po’ come se ti trovassi di fronte ad un’etichetta di vino o di olio extra vergine d’oliva, bella dalla veste grafica, sconosciuta dal nome, ma veramente a buon mercato. Impossibile che ci sia la qualità che occorre. E questa è una questione di sicurezza. Una bici fatta male è molto pericolosa di per se stessa. Una bici fatta bene è meno pericolosa di tutte, sempre che, sia chi la guida sia chi le sta attorno, usi senso civico, buon senso e la rispetti rispettando gli altri. Chiaro?

Se hai scelto il modello del telaio, tuttavia, online puoi divertirti oggi a confrontare il prezzo bici nelle varie proposte che ti si aprono. Poi, però, almeno la prima volta, cerca il negozio. O meglio ancora: cerca un negozio. Sarà il tuo luogo sicuro. Dove fare manutenzione, dove scegliere i giusti componenti, dove migliorare di volta in volta la tua esperienza con la bici.

E il mondo delle biciclette usate? Un mondo meraviglioso anche quello. Ti permetterà da subito, anche un modello sognato. L’importante è sapere chi te la sta proponendo e perché. E poi, dettaglio non trascurabile, che non sia per forza quella. Che le misure siano giuste se non perfette, che calzi su misura in tutti i sensi. Ecco perché il negozio… e un amico di cui fidarti. Lei saprà come ripagarti. Certo. È  la donna della tua vita!

Libro consigliato. Questa volta sono almeno due. Mountain bike e bicicletta da strada.

La bicicletta da corsa: Manutenzione – Meccanica – Elettronica – Materiali – Messa a punto, Guido Rubino. Hoepli.

La mountain bike. Guida completa all’uso e alla manutenzione, telaio, componenti, sospensioni, messa a punto. Guido Rubino. Hoepli

Brano consigliato: La bicicletta – Tetes des Bois https://youtu.be/jBSpwXcaZY8

 

Condividi su Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn
Copyright 2017 | Privacy | Cookie

Europ Assistance Italia - Compagnia di assicurazione, Piazza Trento 8 - 20135 Milano - P.IVA 00‍776030157