post-thumbnail

I Magnifici 5 per “pedalare in sicurezza” alla Nove Colli 2018 di Cesenatico

Europ Assistance Italia torna alla Nove Colli di Cesenatico  e anche quest’anno garantirà l’assistenza sanitaria a tutti i ciclisti partecipanti grazie alla gestione di un Posto Medico Avanzato rivolto a chi necessita di eventuali cure mediche. Il 20 maggio, la domenica fatidica della Regina delle Granfondo, è vicina. Vi diamo cinque consigli per pedalare in sicurezza.

ALIMENTAZIONE CORRETTA – “Sacco vuoto non sta in piedi”, recitava un vecchio adagio… Questo è particolarmente vero quando si affronta una sfida impegnativa come la Nove Colli. Le energie bruciate, infatti, sono davvero tante e devono essere immagazzinate anche nei giorni precedenti all’evento. E’ quindi importante mantenere una dieta bilanciata fino alle 24 ore precedenti alla competizione. Nel giorno della gara fate una colazione energetica ma leggera, evitando grassi animali (formaggi, latte, ecc.). Sfatiamo il mito della falsa credenza che l’astensione dal cibo prima di un impegno sportivo particolarmente oneroso migliori le performance:  è sbagliata, specialmente su tempi di esercizio lunghi come quelli previsti dalla Nove Colli. Se il cibo ha un ruolo fondamentale, anche l’idratazione non scherza: assumere acqua e sali prima, durante e dopo la Nove Colli consente di mantenere una termoregolazione adeguata, di non sferzare il rene e di ottimizzare il lavoro muscolare.

GESTIONE DELLA TEMPERATURA – Sapete che con la brezza prodotta durante la corsa, il sole può giocare brutti scherzi? Per ogni grado di temperatura in più, il nostro corpo innalza la dispersione di liquidi, aumenta la frequenza cardiaca e quella respiratoria. Per questo è importante tenere il corpo protetto con adeguate creme solari e quando è necessario ricorrere  agli spugnaggi, in modo da permettere al nostro corpo di raggiungere, senza eccessivo sforzo, il target di temperatura corretto. In caso di pioggia, invece, il nostro corpo produce calore limitando la percezione del freddo. Freddo di cui facciamo una buona scorta e che si fa vedere solo all’arrivo. Per evitare sindromi da ipotermia con perfomance sportive scadenti (il brivido consuma moltissime calorie, distogliendole all’attività sportiva) è bene mantenersi coperti e soprattutto asciutti durante la gara.

ESCORIAZIONI DA SFREGAMENTO – Evitate la rasatura dei peli 48-72 ore prima della gara. Solleticare continuamente i tessuti, infatti, può provocare escoriazioni a carico della pelle già resa sensibile dalla recente rasatura. Per prevenire abrasioni da contatto, usate borotalco o creme a base di paraffina morbida. Ricordatevi che potrebbe essere necessario riapplicarla durante il percorso: portatela con voi!

CONDIZIONI FISICHE NON OTTIMALI – Partecipare alla Nove Colli in caso di convalescenza o peggio ancora di malattia, può provocare conseguenze anche pericolose. Se siete reduci da un’influenza, è possibile che il vostro corpo vada incontro ad esaurimento muscolare precoce, obbligandovi a fermarvi e a dover ricorrere a cure mediche. Analogamente, problematiche di natura ortopedica possono essere definitivamente slatentizzate da un esercizio prolungato, generando danni davvero seri a carico delle articolazioni.

LO STREMO – Non portare il fisico allo stremo è fondamentale. Raggiunto il limite, il nostro corpo manda segnali che non devono essere ignorati. Fermatevi e, se necessario, richiedete l’assistenza del servizio medico. Dolore al torace, palpitazioni, senso di spossatezza e confusione mentale rappresentano un ineludibile segnale di stop e di necessità di soccorso immediate.

 

 

Condividi su Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn
Copyright 2017 | Privacy | Cookie

Europ Assistance Italia - Compagnia di assicurazione, Piazza Trento 8 - 20135 Milano - P.IVA 00‍776030157