joi-me.com
post-thumbnail

Viaggiare correndo: i posti più inconsueti e speciali dove correre al mare in Italia

 

Viaggiare correndo è un’emozione unica. Ho avuto la fortuna e il privilegio di ideare ed organizzare l’Ecomaretona, la grande corsa a tappe lungo le coste italiane in favore dell’ambiente e dello sport pulito. Cinque edizioni, tutte in estate: da Ventimiglia a Reggio Calabria, da Reggio Calabria a Trieste, Sardegna e Sicilia, di nuovo Ventimiglia e Reggio Calabria e l’ultima, la più lunga: Trieste – Ventimiglia, il periplo delle coste italiane. Oltre 300 giorni di corsa e 500 tappe. Migliaia di podisti coinvolti nelle singole edizioni.
Un’emozione fortissima, un caleidoscopio di luoghi, tramonti, spiagge, volti, storie, abbracci, arrivederci che sono diventati nuovi incontri. Difficile, quasi impossibile tradurla in parole: troppo grande l’onda che sale ogni volta che ripenso a quei giorni.

Viaggiare correndo è un’esperienza che vi consiglio di fare, almeno una volta, anche solo per pochi giorni. Organizzate un percorso, dividetelo in tappe, informatevi, contattate le associazioni del posto, fatevi accompagnare da un amico/a, in auto o in bici, e andate. L’Italia è un paese meraviglioso che non abbiamo ancora imparato ad amare. A volte lo trascuriamo mentre dovremmo coccolarlo, proteggerlo. Correte a piedi nudi sulle spiagge della Versilia o su quelle della Riviera Romagnola. Correte sulla spiaggia, per me speciale, di Sperlonga guardando il paese che vi aspetta lassù. Le orme sulla sabbia che ricordano il passaggio fino alla prossima onda. Cambiate percorso, fatevi consigliare dai podisti che incontrerete, cercate i sentieri in collina che guardano il mare. Correte al tramonto per poi finire con un tuffo a raccontare le storie che avete ascoltato.

Per la notte cercate un B&B, il contatto con una famiglia, la festa in piazza, un ballo, una taranta in Puglia. Correte sulla salita del Conero nelle Marche con il mare laggiù. Correte nella pineta di Castiglione della Pescaia fino al paese vecchio. Andate su fino al convento di Santa Maria di Leuca e ammirate l’abbraccio fra i due mari. Se correte in strada fatelo in sicurezza, sempre contromano, senza musica che distoglie la vostra concentrazione, in fila indiana. Prima di una curva cieca allargate il braccio per segnalare la vostra presenza. Di sera munitevi di luci frontali e posteriori, evitate i percorsi aperti al traffico. Di giorno, prima di attraversare, anche sulle strisce, guardate negli occhi gli automobilisti per capire se vi hanno visto o se sono distratti da altro (il cellulare).

Correte più vicino al mare, annusate l’aria del mattino, lasciatevi cullare dai racconti delle persone che vi accompagnano: tutti i podisti amano la loro terra e ne conoscono pregi e difetti. Correte sulla passeggiata di Reggio Calabria con l’Etna sullo sfondo e, se avrete fortuna, lo vedrete fumare un po’. Correte sui sentieri del Pevero dove vedrete un’altra Costa Smeralda fin giù alla spiaggia del Grande Pevero. Correte dalla città vecchia di Bari fino al lungomare e poi sempre più in giù fin dove riuscirete ad arrivare. In Liguria vi consiglio la pista ciclabile che parte da Sanremo recuperata dalla vecchia ferrovia ed ora frequentatissima fa podisti e ciclisti. Oppure salite sopra Sestri Levante, ci sono percorsi in natura da togliere il fiato. Organizzate solo le cose indispensabili, viaggiate leggeri, pochi bagagli, vi accorgerete a mano a mano che andrete, che importanti sono le emozioni, gli incontri, le parole. Scrivete un diario, fate foto, usate i social per coinvolgere i nuovi amici. Andate alla scoperta dei luoghi, meno famosi, gustate la cucina del posto, le piccole trattorie, la mozzarella ancora calda del mattino, mangiata come una mela.

Viaggiare di corsa è vedere da vicino, ascoltare anche i più piccoli rumori, cercare i silenzi, amare le onde di tutte le spiagge. Perché noi veniamo dal mare. Buon viaggio!

Condividi su Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn
Copyright 2017 | Privacy | Cookie

Europ Assistance Italia - Compagnia di assicurazione, Piazza Trento 8 - 20135 Milano - P.IVA 00‍776030157