post-thumbnail

Vuoi iniziare a correre? I consigli che devi assolutamente seguire

Se correre ti ha sempre attirato e hai sempre sognato di prendere parte alla maratona di NY, ma non pratichi attività fisica da mesi o addirittura da anni, questo articolo fa il caso tuo!

Cominciare a correre da zero non è semplice, vanno sicuramente messi in conto una certa dose di pazienza e di determinazione, perché è necessario un po’ di tempo per trovare il giusto ritmo e sviluppare una certa resistenza ed è fondamentale non scoraggiarsi quando questi stentano ad arrivare, ma anzi mantenersi costanti nell’allenamento.
Inizialmente il movimento sarà faticoso e i muscoli fermi da lungo tempo sembreranno rispondere non bene allo stress a cui vengono sottoposti, ma nel giro di qualche settimana, con un po’ di impegno e seguendo i nostri consigli per correre bene, si potranno raggiungere ottimi risultati!

Come iniziare a correre

Tra i primi consigli per iniziare a correre c’è quello di cominciare gradualmente, alternando la corsa con la camminata. Si può ad esempio cominciare con 5’ di corsa e 2’ di camminata e ripetere questo schema un numero di volte adeguato al proprio fisico. Pian piano si può aumentare il tempo dedicato al running e diminuire quello della camminata, fino ad arrivare a correre per 10 minuti consecutivamente, poi 15 e poi 20, poi 30… In seguito ciascuno valuterà il livello massimo a cui spingersi, ma in questo modo si allena la resistenza e probabilmente si riuscirà a correre anche 30’ senza sentire il bisogno di fermarsi.

In una tabella di allenamento per iniziare a correre si può pensare a 3 sessioni alla settimana, correndo a giorni alterni, ricordando che il fisico ha bisogno di riposare: il movimento, soprattutto all’inizio, è un piccolo trauma per muscoli e i legamenti e dobbiamo lasciare il tempo necessario all’organismo per recuperare dallo sforzo.

Quali muscoli sviluppa la corsa

Contrariamente a quanto si può comunemente pensare, la corsa non sviluppa soltanto i muscoli delle gambe, ma permette di allenare tantissimi muscoli. Polpacci, cosce e glutei sono ovviamente i principali muscoli interessati dal running, ma mentre si corre lavorano anche gli addominali e i muscoli della schiena, che consentono di mantenere la postura eretta, mentre braccia e spalle oscillano, consentendo di mantenere l’equilibrio.
Per questa ragione è consigliabile affiancare alle sessioni di running vere e proprie, degli allenamenti specifici per rinforzare i muscoli delle gambe, con piegamenti, affondi e squat ad esempio e parimenti della parte alta del corpo.

Si consiglia poi di far precedere la corsa da una fase di riscaldamento e di farlo seguire da una sessione di stretching, che aiuterà a prevenire gli infortuni.

L’importanza delle scarpe da running

La seconda causa più frequente di infortunio per un runner è dovuta all’uso di scarpe inadatte: consigliamo di scegliere con attenzione il paio di scarpe più adeguato al proprio piede, facendosi consigliare da veri esperti, anche per prevenire le fastidiose talloniti da running. Un altro suggerimento utile, a questo proposito, è quello di cercare di correre su terreni morbidi, come prati e sentieri sterrati, e non sull’asfalto che risulta maggiormente traumatico per i legamenti.

Abbigliamento da running

L’abbigliamento è un aspetto che non dovrebbe mai essere sottovalutato quando si inizia a correre. E’ importante essere comodi, per agevolare e non contrastare il movimento del corpo, e che l’abbigliamento sia adeguato alla stagione in cui si sta correndo, per mantenere il corpo caldo, senza coprirsi eccessivamente.

Ecco alcuni suggerimenti sull’ outfit della perfetta runner

Alimentazione per correre

Anche l’alimentazione è una componente fondamentale quando si pratica attività fisica e come tale non dovrebbe mai essere trascurata. Il momento migliore per mangiare dipende soprattutto da quando si è deciso di correre: ecco qui i consigli di Federica Constantini su cosa mangiare per correre al top.

Infine, consigliamo a tutti coloro che vogliono dedicarsi a questa meravigliosa disciplina, di iniziare gradualmente e con buonsenso, senza strafare.
Correre, all’inizio, è uno sforzo, ma gradualmente lo sarà sempre meno: l’organismo ha bisogno di tempo per adattarsi a un movimento nuovo, bisogna concederglielo per iniziare a raccogliere i frutti e per arrivare godere a pieno dei molteplici benefici della corsa.

 

Condividi su Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn
Copyright 2017 | Privacy | Cookie

Europ Assistance Italia - Compagnia di assicurazione, Piazza Trento 8 - 20135 Milano - P.IVA 00‍776030157