post-thumbnail

I dieci motivi per muoversi in bici in città

Perché muoversi in città con la bicicletta invece che con i mezzi pubblici, la propria auto oppure a piedi? Ci sono dieci buoni motivi per inforcare la due ruote e recarsi al lavoro oppure per le esigenze di tutti i giorni. Una sorta di decalogo per abbandonare la solo apparente comodità dei mezzi motorizzati e muovere le gambe, facendo un favore all’ambiente, al portafoglio e a noi stessi.

Ti tiene in salute.

La bicicletta è uno dei passatempi più sani, non serve lanciarsi a velocità esagerate né percorrere centinaia di chilometri alla settimana. Basta un uso quotidiano e blando per avere benefici immediati visto che stimola l’apparato cardiovascolare e respiratorio, allena la muscolatura e il nostro organismo rilascia endorfine che infondono benessere.

Rilascia lo stress.

Ricollegandoci al punto precedente, la bicicletta – così come tutte le attività fisiche – è qualcosa della quale il nostro corpo ha bisogno. E ci ricompensa con sensazioni piacevoli, che sono fondamentali per rilasciare lo stress quotidiano, ad esempio dopo una impegnativa giornata al lavoro.

È ecologico.

Oltre ai benefici per il nostro organismo, la bicicletta è ideale per chi vuole rispettare l’ambiente e la natura perché non inquina. Dei mezzi di trasporto non motorizzati è quello più veloce e comodo e consente anche di trasportare con noi borse e altri oggetti. Insomma, per la dimensione città non c’è di meglio.

Parcheggio.

In ogni città c’è un problema condiviso che si chiama “parcheggio”. Fonte di stress quotidiano, può essere evitato con la due ruote, che può essere riposta (con le adeguate protezioni) nelle aree dedicate. Molti uffici hanno parcheggi interni, così come attività commerciali e condomini.

ZTL non ti temo.

Con la bici non ci sono limitazioni di accesso alle zone a traffico limitato o simili. Dando per scontato di non usarla nelle aree adibite solo a transito pedonale, si può “tagliare” la città in modo spesso molto più veloce che con le vetture o i mezzi pubblici.

Economico.

L’unica spesa per una bici è quella dell’acquisto iniziale e della manutenzione, ma tutto sommato è davvero limitata. Non servono abbonamenti (e quelli del bike-sharing sono davvero low-cost) né costi di carburante. Un toccasana per il portafoglio.

Conosci nuova gente.

La bicicletta è una filosofia, è la chiave di accesso a una comunità. Pedalando per la città avrai occasione di conoscere nuove persone e condividere la passione con altri che hanno avuto la tua stessa (ottima) decisione per il trasporto personale.

Noti le stagioni che cambiano.

Per chi vive in città spesso è difficile notare le piccole grandi cose della vita come le stagioni che cambiano. Il rapporto con il mondo esterno è qualcosa di veloce e poco apprezzabile. Ma andando in bici ci si accorge della fioritura delle piante e i profumi della primavera, si ascoltano i concerti delle rondini. Si percepisce il primo caldo mattutino sulla pelle qualche settimana prima dell’estate. Si notano le foglie scurirsi e iniziare a cadere in autunno e ci si copre per l’inverno che prima o poi arriva puntuale.

Si scoprono nuovi angoli.

Camminando si va troppo lenti e magari si è distratti dallo smartphone o da altro, in auto si è troppo veloci e in un ambiente chiuso. Ma in bici si ha un po’ di tempo per scoprire nuovi angoli della propria città e osservare un panorama che attende solo di essere ammirato.

Divertente.

Ultimo ma non per importanza, raggruppando in una parola tutto ciò che abbiamo elencato qui sopra, andare in bicicletta è semplicemente “divertente”. Non c’è libertà più accessibile e democratica.

Condividi su Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn
Copyright 2017 | Privacy | Cookie

Europ Assistance Italia - Compagnia di assicurazione, Piazza Trento 8 - 20135 Milano - P.IVA 00‍776030157