post-thumbnail

Nove Colli, noi siamo pronti

Metti una sera in uno degli storici negozi di bici di Milano, Rossignoli. Metti la squadra #corricon che correrà la Granfondo di Cesenatico e un esperto: ecco il mix perfetto per prepararsi al meglio

Un modo per incontrarsi e conoscere meglio lo sforzo che ci aspetta. Abbiamo preparato la Granfondo più antica d’Italia che si svolgerà domenica prossima 21 maggio a Cesenatico, con tutta la squadra di #corricon che è pronta a correrla e con sostenitori e amici del nostro progetto.

Un incontro grazie al quale fugare ogni dubbio e prepararsi ad affrontare la gara: il percorso lungo, per i più temerari e quello breve per i meno allenati. Abbiamo scelto di farlo in una vera officina, quasi un tempio della bici milanese: Rossignoli, storico negozio della città, dove ci hanno dedicato una parte dei loro spazi per studiare, con la guida del tecnico e granfondista Roberto D’Anna, ogni insidia del panoramico percorso romagnolo.

Roberto, insieme a Matia Bonato di Rossignoli, ha fornito consigli utili a tutti i partecipanti, non solo sulle salite e le discese del percorso – nove per chi farà il lungo, quattro per chi invece sceglierà il percorso breve –  ma anche e soprattutto sullo stato d’animo con cui una gara così impegnativa deve essere affrontata. La scelta dei punti di ristoro a cui fermarsi per esempio, non è aleatoria, ma dipende dalla distanza con quello successivo e dalla difficoltà del percorso tra l’uno e l’altro. Nella fase iniziale della gara, particolarmente affollata, sarà molto importante aggregarsi a un gruppo che va più o meno alla nostra stessa velocità, per evitare di essere bloccati da chi sta davanti a noi. Al contrario, è fondamentale non aggregarsi a un gruppo troppo veloce rispetto a noi, se la partenza è in pianura non passerà molto tempo prima che arrivi il momento di affrontare il primo colle, e tenere il passo in salita rischia di farci consumare troppe energie.

Come e quanto bere, in che modo alimentarsi e ricaricare le batterie, i rapporti migliori da utilizzare nelle varie fasi del percorso, come evitare le zone ventilate e cosa fare. Tutto finalizzato ad affrontare la sfida più bella: quella con stessi, colle dopo colle.

Roberto e Matia hanno dispensato molti altri consigli pratici e ci hanno lasciato un messaggio importantissimo: divertirsi, anche quando la fatica può prendere il sopravvento. Perché condividere l’amore per lo sport all’aria aperta e per la sana competizione riesce a unire le persone anche quando sono in gara per il miglior tempo.

Ecco una serie di immagini dell’incontro di ieri, un momento per assaporare un’atmosfera da pre-gara piena di emozioni, curiosità e anche un pizzico di impazienza. Ce la faremo? Si chiedeva qualcuno. Noi non abbiamo dubbi: per la squadra #corricon sarà una grande giornata di sport!

 

Featured Articles
Condividi su Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn
Copyright 2019 | Privacy | Cookie

Europ Assistance Italia - Compagnia di assicurazione, Piazza Trento 8 - 20135 Milano - P.IVA 00776030157

Europ Assistance Vai- Società di servizi, Via Crema 34- 20135 Milano - P.IVA 11989340150