post-thumbnail

Firenze Marathon: al via domenica 26 novembre la 34° edizione della maratona del Giglio fiorentino

La Firenze Marathon è un percorso di 42 chilometri e 195 metri e, in ottemperanza alle norme IAAF, non presenta dislivelli e si corre sempre su strade asfaltate, per queste caratteristiche risulta particolarmente scorrevole e adatta a un ampio pubblico di atleti.

Ma quello che rende la Firenze Marathon un evento unico nel suo genere e apprezzatissimo dai podisti, è la bellezza artistica del suo percorso: partenza e arrivo in Piazza Duomo, passando per piazza della Signoria, Ponte Vecchio, Piazza Santa Croce, Piazza Pitti solo per citarne alcuni. Un’emozione senza pari – a detta di chi ha partecipato a una delle precedenti edizioni – quella di correre immersi nel fascino avvolgente di secoli di arte, storia e cultura e tagliare il traguardo al cospetto della maestosa Cattedrale di Santa Maria del Fiore, di fronte a migliaia di cittadini, turisti e curiosi accorsi per l’occasione. La Firenze Marathon è infatti diventata non solo un appuntamento sportivo irrinunciabile, ma anche un evento di costume per tutta la città e a pieno titolo si inserisce nel calendario ufficiale delle maratone internazionali, certificata AIMS e riconosciuta dalla IAAF. È il principale evento di corsa su strada che si svolge in Toscana e si classifica tra le prime 20 al mondo per numero di partecipanti e per qualità, basti pensare che l’edizione dello scorso anno ha visto quasi 10.000 persone ai nastri di partenza e ben 8.260 hanno tagliato il traguardo.

 

La scorsa edizione

La 33° edizione, che si è tenuta nel 2016, come di consueto, l’ultima domenica di novembre, è stata vinta dall’etiope Teshome Shumi Yadete in 2h11’57”, davanti al kenyano Sigei Kiprotich e all’italiano Eyob Faniel Ghebrehiwet. La corsa femminile è stata particolarmente veloce, con la vittoria della kenyana Winny Jepkorir accolta dai bandierai degli Uffizi al traguardo di piazza Duomo con il tempo di 2h28’46”, la seconda migliore prestazione di sempre. Dietro di lei l’italiana Fatna Maraoui, Azzurra dell’Esercito, in 2h30’52”, appena due secondi oltre il suo record personale registrato nel 2015 a Valencia e terza la bielorussa Nastassia Ivanova.

Condividi su Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn
Copyright 2019 | Privacy | Cookie

Europ Assistance Italia - Compagnia di assicurazione, Piazza Trento 8 - 20135 Milano - P.IVA 00776030157

Europ Assistance Vai- Società di servizi, Via Crema 34- 20135 Milano - P.IVA 11989340150