post-thumbnail

Testa, cuore e gambe

Sempre più persone si appassionano alla corsa.

E’ un fatto che possiamo osservare ogni volta che passeggiamo in qualche area verde. In qualsiasi momento della giornata, dal mattino presto alla sera tardi, puoi incrociare qualcuno che si “sta prendendo cura” di sé.

Quando ascolto le ragioni delle persone che ringraziano il momento in cui hanno cominciato, mi accorgo che c’è la storia di un fisico che si è trasformato e di una mente che ha cambiato il suo modo di affrontare lo sport, le sfide e la vita in generale. Più vado avanti nel mio lavoro di psicologo e più mi rendo conto delle potenzialità che l’esercizio fisico esercita sul nostro cambiamento: nelle gambe e nella testa. I vantaggi del movimento sono ampiamente documentati nella letteratura scientifica. Migliori livelli di fitness allungano la vita e riducono il rischio di sviluppare patologie croniche o acute. Una maggiore consapevolezza dei benefici dell’attività fisica è alla base del fenomeno crescente di appassionati, ma credo ci sia anche altro.

Che cosa spinge più profondamente le persone a muoversi fino a preparare la maratona? Il fattore determinante sta nella combinazione di fattori fisici e mentali che, attraverso un meccanismo di interazione, permette alle persone di sentire un corpo più agile e leggero in una mente sempre più capace di affrontare doveri e sfide quotidiani che, a sua volta, rimotiva l’individuo a mantenere (con l’impegno dell’allenamento) il corpo agile.
La spinta ad accrescere le tue competenze viene ricompensata da sensazioni di gratificazione e soddisfazione personale nel sentire che stai cambiando.

Così sfide, obiettivi e standard si alzano progressivamente fino ad arrivare oltre i tuoi limiti. Credo che la maratona rappresenti a livello inconscio il limite che stai cercando quando arrivi a quel punto. In quella sfida c’è una formidabile combinazione di testa, cuore e gambe che ti fa sentire speciale. Non tutti desiderano arrivare fin lì comunque. Molti si fermano molto prima e conquistano un benessere psico-fisico altrettanto elevato e prezioso.
Da velocista della nazionale che ha sempre faticato a correre più di 200 metri non ho mai corso una maratona ma, grazie a tanti anni di mental coaching ad atleti e sportivi amatoriali conosco molto bene i meccanismi della motivazione e il circolo virtuoso della gratificazione e dell’interazione Mentecorpo.

Prepararsi ad una sfida può rappresentare un’opportunità incredibile per la tua crescita personale. Il tuo traguardo è molto più di un filo da tagliare ma un vero e proprio cambiamento che hai fatto passo dopo passo.

A volte siamo abituati a pensare che il cambiamento debba essere drastico, ‘tutto o nulla’ e che per attivarlo dobbiamo fare sforzi enormi.

La realtà è che grazie alla consapevolezza già accorgersi di piccoli cambiamenti è fonte di enorme soddisfazione e di un miglioramento netto della nostra autostima. Quando siamo in contatto con quello che viviamo diventiamo veramente padroni delle nostre scelte e delle nostre decisioni.

Questo ha un effetto positivo su tutto il tuo benessere, a 360°.

 

 

Condividi su Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn
Copyright 2019 | Privacy | Cookie

Europ Assistance Italia - Compagnia di assicurazione, Piazza Trento 8 - 20135 Milano - P.IVA 00776030157

Europ Assistance Vai- Società di servizi, Via Crema 34- 20135 Milano - P.IVA 11989340150